Etichette: , , ,

Epifanie di Ian Delacroix ***

Vi dirò: all’inizio ho fatto fatica.
Fatica perché il libro di Ian è tutt’altro che un diverstissement, e fatica perché, per goderlo appieno, bisogna essere in uno stato d’animo adatto, a metà strada tra il rilassato, il cupo, il riflessivo e l’impegnato.
E siccome non è sempre facile, leggere in queste condizioni, si corre il rischio di sottovalutarlo. Sono sicuro, infatti, che leggerlo così, tra i sedili di un treno o tra i bagnanti rumorosi, è un po’ come sprecarlo. Molto meglio prendersi il tempo che si merita ed essere pronti a sostenerla, la fatica che richiede.
Altra doverosa premessa, è che questo libro non è per tutti: potreste adorarlo, oppure trovarlo fastidioso e disturbante.
Dico questo perché, in questi cinque racconti che girano intorno alla città di Praga, le trame sono affogate nei colori e nelle vie, nell’angoscia e nell’oblio, nei simboli e nei misteri. Ecco perché è una fatica, iniziare la lettura, e ritrovarsi nei panni di un io narrante che per compiere due passi, nel corridoio che introduce alla porta di casa sua, bisogna perdersi in “alchemici vicoli…ancestrali figure…esotiche essenze…spauracchi e chimeriche sagome”.
Con un registro e un ritmo scuro, si rischia di provocare nel lettore la sensazione che si stia andando sopra le righe, che questo narratore che parla in prima persona sia poco spontaneo. C’è quasi il timore che nel suo proseguire, il libro, voglia privilegiare lo stile e il lusso lessicale, a scapito della sincerità e della scorrevolezza. Per fortuna questa sensazione, nel mio caso, si è dissipata già alla fine del primo racconto, quando, con un colpo di coda apprezzabile, l’autore è riuscito a proporre ottimamente il classico tema della “visione”.
E una volta affrontato questo rischio e superata questo inizio, le pagine scivolano tra le dita con leggerezza e, anche il fruscio che emettono pare essere misterioso, quanto l’aura che le stesse trasudano. I tre racconti centrali, infatti, sono un oscuro e delizioso gioco di incastri e di ossessioni, di misteri e di inquietudini, il tutto sorretto da trame semplici, ma valorizzate dai legami tra i personaggi.
Questo ruotare e intersecarsi attorno alla città di Praga, genera una pregevole ragnatela, in cui i personaggi si ritrovano da un racconto all’altro, vuoi come protagonisti, vuoi come fugaci comparse, così come si incontrano le stesse immagini, gli stessi luoghi. Particolarmente riuscito, e a mio avviso il migliore della raccolta, “la collana di unghie”, che raggiunge livelli di orrore e straniamento altissimi.
Meritano una particolare attenzione, anche se rischiano di non cogliere nel segno, i dialoghi tra le marionette Morte e Chimera, anche se sono proprio loro, alla fine, a tenere le fila dell’ultimo racconto, che offre una chiave di lettura per tutto ciò che lo precede.
Una menzione speciale, infine, per il legame tra “la collana di unghie” e il racconto che lo segue, “Rapsodia d’autunno”, davvero da applausi.

Concludo con un consiglio e una spiacevole ma doverosa constatazione.
Il consiglio è, per chi si avventurasse nei mondi del burattinaio Delacroix, di leggere le sue parole circondato dal silenzio, e lentamente, e se non è chiedere troppo, ad alta voce. Sarà un’esperienza unica.
La spiacevole constatazione riguarda il lato tecnico del libro, edito attraverso il print on demand attraverso lulu.com. Io l’ho cominciato in spiaggia, sotto il solo cocente, e il risultato è che le prime 20 pagine ora sono foglio volanti. In parte so che è dovuto al fatto che le parole dell’autore sono così evocative da tendere a scappare, portandosi dietro l’intera pagina; in parte però, temo vi sia lo zampino della rilegatura, che non è troppo resistente allo scioglimento da sole .
Il libro lo potete ordinare qui, si paga con paypal o carta di credito, e vi arriva dalla Spagna in circa una settimana, ben impacchettato e in perfette condizioni, un paio d'euri di spedizione. Su lulu potete dare anche un'occhiata a qualche pagina, per capire com'è

Una recensione più professionale della mia la potete trovare qui.

Informazioni sull’autore sul suo myspace.
EPIFANIE
di Delacroix Ian
pagine 63
euro 6.60
edizioni lulu.com

2 commenti:

  1. Inaccettabile che il libro ti si sia sfaldato.

    Ho inoltrato mail di protesta a Lulu Italia perchè provvedano a fornirmi un'altra copia da spedirti.
    Se non provvedono li sputtano pubblicamente.

    Mi spiace,
    Ian

    RispondiElimina
  2. Ho ordinato questo libro di Ian (e anche l'altro) da un paio di settimane... ma quando arrivano???
    Non appena li avrò letti contribuirò con le mie opinioni :-)

    Val

    RispondiElimina