Etichette: , , ,

Vita segreta di uno scrittore di gialli di Enrico Luceri***

Alla fine ci sono arrivato anch'io, a leggere questo librettino.
A forza di trovare parole lusinghiere sul web sul "fu EnricoElle", e incuriosito dal titolo, è già da un po' che lo volevo leggere, questo piccolo libro di meno di un centinaio di pagine.
Sono i libri che leggo per imparare.
E devo dire che qui ho imparato.
Non impiegherò molte righe per parlarne perché potete trevare recensioni a pacchi qua e nel web.
Per riassumere posso solo dirvi che sono quattro racconti, scritti in modo sobrio, essenziale, elegante e senza cercare di stupire o strafare. Tutti i racconti "funzionano". Sono cioè credibili e senza incongruenze, e sono dei "quasi gialli" nel senso che sì, c'è la ricerca letteraria di un colpevole, ma manca quella esasperata tensione nel nasconderlo il più possibile, tipica dei gialli/thriller.
Sono gialli rilassati, oserei dire, "in punta di piedi".
Il libro l'ho comprato proprio perché volevo rispondere a una mia domanda personale: "ma come si fa a scrivere un giallo in un racconto breve?" Beh, ecco, la risposta l'ho avuta.
Punto numero due, sul libro, e punto più interessante.
Tutti noi scrittorucoli in erba abbiamo SICURAMENTE (non mentite, stronzoni) scritto o cercato di scrivere un racconto, o addirittura un romanzo, con uno scrittore come protagonista.
Solitamente questo personaggio, vuoi perché è la proiezione mentale delle nostre fantomatiche aspirazioni, vuoi perché scriviamo ancora come scimmie con le mani legate, vuoi perché bene o male è una cosa che fan tutti e, quindi, banalissima, tant'è che il racconto/romanzo viene di merda. E di solito siamo anche piuttosto suscettibili al riguardo. Se ci dicono che è un personaggio banalissimo e stereotipato c'incazziamo, magari in segreto, perché è un po' come se ci avessero detto che siamo noi, i banalissimi e stereotipati.
Comunque, Enrico Luceri è riuscito a scrivere quattro racconti con protagonisti quattro scrittori senza cadere in questa trappola. E secondo me, nel fare questo, è stato un grande.
E attenzione, non è andato a cercarsi scrittori ciechi, gobbi, monchi, con tre occhi, un cane a due code per compagno e che scrivono usando il codice morse, mentre un tricheco ammaestrato traduce i racconti intingendo i dentoni nel calamaio. no.
I suoi personaggi sono tutti normali e credibili. Eppure non banali e stereotipati. (ok, dai, magari un pelino un pelino in certe cosucce, ma a malapena te ne accorgi)
Quindi: se per caso state per cominciare un romanzo in cui il protagonista è uno scrittore di successo. un momento, stop. leggetevi prima questo, che è davvero, in tal caso, un libro molto didattico. :)


Titolo: Vita Segreta di uno Scrittore di Gialli
Autore: Enrico Luceri
Editore: Magnetica
Anno di pubblicazione: 2006
ISBN: 8889889195
Pagine: 80
Prezzo: € 9,00

4 commenti:

  1. Hai fatto apposta a fare tutti questi refusi in questo post?

    Ian simpaticone

    RispondiElimina
  2. refusi? quali refusi?

    Gelostellato furbetto.
    :)

    RispondiElimina
  3. Caro Gelo, grazie delle tue parole: hai interpretato le storie della raccolta con lo stesso spirito con cui le ho scritte. In effetti, ma questa temo proprio che sia una banalità, c'è qualcosa di mio in ognuno dei quattro scrittori protagonisti, ci sono fatti e persone che esistono davvero (compresa Regina, l'ape!), però tutto è impastato dalla fantasia e dalla necessità di piegare comunque le ispirazioni alle esigenze strutturali di un giallo. Grazie ancora, caro Gelo, speriamo d'incontrarci presto in qualche iniziativa editoriale!
    Enrico

    RispondiElimina
  4. Ok ok... lo confesso, ho mille trucchi per obbligare gli scrittori a postare un commento nel commento della loro opera...
    alcuni li minaccio
    alcuni li illudo...
    :-)

    comunque grazie Enrico!
    Al prossimo!

    RispondiElimina