Etichette: , ,

Fuoco nella polvere di J.R. Lansdale***

In teoria questo nuovo libro del funambolico texano dovrebbe uscire oggi, dieci settembre. In pratica è in libreria già da qualche giorno, come vi avevo anticipato, e me lo sono pure comprato, e anche letto. :)
Che dire?
Avete presente quando nelle biografie su Lansdale o nelle quarte di copertina dicono che "mescola noir, mainstream, horror, western, thriller e biscotti alla vaniglia"? (ok, i biscotti alla vaniglia non lo dicono, ma chi ha orecchie da intendere, in tenda)
E magari voi vi chiedete come sia possibile mescolare tutto questo.
Beh, ecco. Questo libro è la risposta.
Ma andiamo per ordine e prima di parlare del libro parliamo di chi lo ha pubblicato: la Fanucci.
Allora. Premessa la mia simpatia per la ex piccola casa editrice che si occupa con tanto amore di horror, fantasy e immaginario in genere, non posso nascondere un certo disappunto per la sua attuale logorrea editoriale sul fronte lansdaliano (e non solo).
Fuoco nella polvere, è un libro edito negli Usa nel 2001 sotto il titolo di "Zeppelins West" (perchè non lasciarlo in inglese?) e pubblicato, è proprio il caso di dirlo, sull'onda del successo dell'autore nel nostro paese. Ormai, nel corso del 2008, i "Lansdale" pubblicati, vecchi o nuovi, saranno una decina (ficcandoci dentro anche gli ultimi Einaudi) e onestamente mi paiono un po' troppi.
Troppi soprattutto se questo cavalcare l'onda porta ad almeno una decina di piccoli errori (a una lettura superficiale) vuoi di battitura, vuoi di cambio nome, vuoi piccoli refusi. Certo, non è un problema, ma sono sempre 9.90€ per un libro di 180pagine che si legge in un lungo pomeriggio di pioggia e pigrizia. Insomma, mettiamola così: sono felice che pubblichino anche la lista della spesa e i pensierini delle elementari del buon Joe, ma se si danno una regolata nei tempi e nei modi è meglio. :)
Anche perché, ve detto, questa nuova collana della Fanucci, la TIF extra, non solo pubblica questi Lansdale inediti, ma si dà da fare ri-pubblicando un po' tutto quello che potrebbe avere ancora mercato, compresi vecchie ottime edizioni precedentemente pubblicate nella tif. Accade così che per quelli come me, che buttano sempre un occhio sullo scaffale dei tif classici cercando quei bellissimi dorsetti marroncini da accostare sullo scaffale, accade, dicevo, di incontrare l'edizione del libro che si stava cercando in edizione extra. (un esempio? Incubo a seimila metri di Matheson). Così scatta questo processo mentale: beh, 9.90 non sono tanti.
Beh, attenzione. I vecchi tif costano anche due o tre euro di meno (e sono anche più belli).
Chiuso la parentesi Fanucci, torniamo al libro.
Fuoco nella polvere è un melting pot di personaggi e generi. In ordine sparso vi trovate: Buffalo Bill, Toro seduto, la creatura di Frankenstein, L'uomo di latta, il capitano Bemo col suo Nautilus, un certo Momo su un isola di bizzarri esseri, pistoleri, shogun, samurai, squali, membri equini, gatte con passere di cavallo e chissà quanto altro.
Insomma: puro intrattenimento.
Non sarà un capolavoro, ma è un libro che si lascia godere e divorare in fretta. Ha l'aria di un divertissement letterario; di un momento di svago tra un libro e un altro. Dà l'impressione che come ci si diverte a leggerlo, Joe si sia divertito a scriverlo.
Ci sono momenti davvero esilaranti, in cui il comico grottesco di lansdale resta in equilibrio, senza mai sconfinare nella "cazzata".
Due piccole considerazioni per chiudere.
Uno. Leggetelo quando volete svuotarvi il cervello dalle seghe mentali, non cercate secondi o terzi livelli di lettura. Godetevi la storia, le trovate e le colorite espressioni lansdeliane. punto.
Due. Non è un western. E' un genere a sè. Non badate a cercare di capire a quale vecchio Lansdale lo si può paragonare. L'unico, che forse è in un certo senso vicino a questo, o comunque può causare lo stesso effetto, è Bubbah 'o thep, o come cavolo si scrive.
Buona lettura! :)

1 commento: