Etichette: , ,

Erotic Horror&quot di AAVV***

I tascabili Bompiani di questa collana, da quando ho beccato il terzo libro di sangue di Barker a un solo eurio, mi stanno simpatici. Logico perciò che se mi capita di passare il libbraria e lanciare languide occhiate agli scaffali che soffrono di sfruttamento della prostituzione e in cui tutti i libri cercano di darsi via per pochi soldi, ecco che l'occhio cade sul dorso con la striscia scura come se fosse una scollatura.
Certo, io sto sempre cercando di trovare i Barker che mi mancano, ma prendendo in mano questo e sfogliandolo per circa tre o quattro secondi mi sono subito reso conto di trovarmi davanti a un culo... ehm, scusate, a un colpo di culo! (O è meglio dire una botta? O bottarella? Boh... )
Insomma, dopo aver letto "Terrore!" ed esserne rimasto soddisfattissimo, soprattutto se messo in confronto agli zero99 centesimi spesi, figurati se non compro e leggo questo "Erotic Horror" a un euro. Soprattutto se la quarta di copertina riporta in neretto i nomi come Bloch, Campbell, Matheson... e ancora di più se sfogliando l'indice si trovano citati gente come Laymon o McCammon o altra gente che a me non dice gnente, magari anche solo perchè è già morta e io non sono tanto bravo con le sedute spiritate. :)

Ebbene dai, facciamola corta. Questa raccolta corrisponde al meglio di tre raccolte USA che si chiamavano Hot Blood (1989), Hotter Blood (1991) e Hottest Blood (1993) e dovrebbe essere una raccolta di racconti d'orrore erotici, cosa che quasi mai corrisponde a realtà, perlomeno nella definizione più wikipediana di erotismo letterario. Diciamo pure che sono racconti in cui a fianco di una componente fantastico orrifica mostrano una componente altrettanto vasta di sessualità, ma non sempre abbinata al desiderio.
Insomma, voi porconi inguaribili all'ascolto che siete arrivati fin qui googlando "porcone pelose catarifrangenti" (sì, anche voi che il catarifrangenti non l'avevate digitato), ecco, non avrete grandi erezioni leggendo questo libro, quindi non disdicete l'abbonamente a Playboy e cliccate pure altrove.
A voi invece che siete qui perché cercavate i miei figherrimi racconti erotici e avete scritto "gelostellato porno", beh a voi posso dire che se per caso lo trovate su qualche bancarella  pochi neuri, questo libro lo potreste anche comprare. Anzi, pigliatelo senza esitazione. La quasi totalità dei racconti è più che soddisfacente e in alcuni c'è davvero poco da obiettare. Altra caratteristica positiva è la scorrevolezza e l'amalgama ottenuto. Lasciando pochi racconti lunghi e, in media, anche pochi racconti brevissimi, la raccolta ha la caratteristica delle ciliege, e si legge come se ti avessero dato in mano un sacchettino di M&M's

Vi dico qualcosa di qualche racconto, tanto per farvi capire che ci sono diverse sfaccettature.
Parliamo, per dire, dei primi tre.
The model, di Bloch, è un ottimo racconto, più di fantascienza che erotico, dove si ipotizza la presenza di una modella che, dopo essere stata a lungo corteggiata, cede le proprie grazie, ma la sorpresa è in agguato ed è qualcosa al quale il narratore stesso non crede (incipit magnifico, in questo caso: "Prima di cominciare devo dirvi che non credo a una sola parola di questa storia"). Chi gli ha raccontato la storia è un uomo in manicomio ovviamente, ma il bello è scoprire com'è che ci è finito.
Il secondo pezzo, Ancora di Campbell, è di nuovo qualcosa che spacca. Un uomo deve aiutare una vecchia a entrare in casa propria. Pare che la vecchia abbia perso le chiavi. Lui entra dalla finestra, pensando che in qualche modo, da dentro, le aprirà. Quanto è dentro però, scopre di non poter uscire e... fate un pò voi.
Terzo, una rivisitazione di Cenerentola in chiave gay (Generentola di Ron Dee), o meglio, visto che va di moda, in chiave trans. Peccato che se la fata ti piazza tra le gambe una bella patata al posto del cetriolo e tu, a mezzanotte, invece di scappare...

Insomma, basterebbero questi per lasciar un'idea del resto. Ma io vi segnalo anche "la vasca da bagno" di Laymon (storia di tradimenti andati a male, giocata per buona parte su una serie di dialoghi ), e "Lo strumento del vizio" di Stephen Gallagher, (storia di un vecchiardo e di uno strumento di tortura/sesso che dovrebbo riuscire a portarlo a eiaculare per  darsi un erede) che mi sono piaciuti tanto. Ma anche "L'aggeggio" di McCammon e "La vendetta esiste" di Theodore Sturgeon era dei racconti belli, senza fronzoli, con un'idea sviluppata e sparata in faccia veloce e rapida.

Dai chiudiamola qua. Di seguito vi lascio l'elenco completo dei racconti, magari vi aggiungo le date, che così vi fa più voglia di.

La modella /1975/ Robert BLOCH
Ancora /1981/ J[ohn] Ramsey CAMPBELL
Generentola /1993/ Ron DEE
Passi /1980/ Harlan ELLISON
Figlia del vecchio West /1982/ Dennis ETCHISON
Lo strumento del vizio /1991/ Steve GALLAGHER
Ricongiungimento /1987/ Michael GARRETT
È bello trovare un uomo duro /1981/ R. Patrick GATES
La vasca da bagno /1991/ Richard LAYMON
Julie /1962/ Richard MATHESON
L'aggeggio /1989/ Robert McCAMMON
Carnaio /1987/ John SKIPP - con Craig SPECTOR
La vendetta esiste /1980/ Theodore STURGEON
L'ultima traversata /1993/ Thomas TESSIER
La casa degli insetti /1983/ Lisa TUTTLE
Cambio di vita /1991/ Chet WILLIAMSON
Ménage à trois /1987/ F. Paul WILSON
Appuntamento al buio /1993/ Julie WILSON
Curatore Carlo Bordoni che è anche traduttore di 4racconti

6 commenti:

  1. ce l'ho.
    Me lo ricordo. Soprattutto il racconto di Laymon. Geniale. E infatti mi sta troppo sul cazzo il fatto che in Italia sia stato tradotto praticamente un decimo della sua bibliografia. Misteri della vita.

    RispondiElimina
  2. Quel porcone del mister echo... lo sapevo io che l'aveva, sta raccolta maialona. XD

    RispondiElimina
  3. si ma lo ha preso perché pensava fosse un libro illustrato
    è per questo che cerca di depistarci con la cosa di Laymon
    :)

    RispondiElimina
  4. Misterecho Misterecho, la devi smettere con quel vizietto lì. Devi usare la tua forte volontà. Come quella volta, quando sei riuscito a uscire dal giro torbido del Crack! ^_^

    RispondiElimina
  5. ma che burloni che siete... :-)
    E se proprio volete saperla tutta, ho anche i due seguiti di questa raccolta: "Super porno horror" e "Mega maialon Horror" di AA.VV.

    RispondiElimina
  6. prestameli! prestameli!
    comunque a parte tutto questo libro era una figata!

    RispondiElimina