Etichette: , ,

"Sotto un cielo cremisi" di J. R. Lansdale***

Se vi dicessi che questo all'altezza degli altri "Hap e Leonard" vi direi una palla. E non ve la dico, perché questo libro costa 17cazzodieuri e io l'ho letto solo perché lho rubato a fratello della mia donna (anche se ora lo sto cercando di convincere che ha detto che me lo regalava, invece che prestava, e ce l'ho quasi fatta... vi saprò dire)
Comunque, e lo dico a malincuore, questo libro non li vale, 17cazzodieuri, mancoperuncazz.
Si legge, eh, per carità.
Si legge veloce e rapido e tutto d'un fiato come forse pochi lansdale.
Non riesce nemmeno a ricordartelo il momento in cui lo vuoi finire, perché arriva abbastanza presto, direi ancora prima di metà libro.
Il problema è che si legge così veloce che non ti lascia niente e non ti prende mai, veramente, alla gola, come il buon Joe ci ha abituato.
No, mi dispiace.
Chi li ha letti tutti lo sa, cosa intendo.
Vogliamo fare qualche giochetto?
Dài, lansdaliani, dite si o no alle seguenti domande:
Se io dico sparare agli armadilli vi viene in mente qualcosa?
Se io dico leonard con la testa gonfissima come un pallone da basket?
Se dico Hap con le palle nel ghiaccio e cavi elettrici vicino?
Se dico casa di spacciatori di crack in fiamme?
Se dico Cazzo di cavallo? O Elefante? O la vecchia che cade cercando di prendere a calci Leonard?
Insomma... Magari non tutti erano eccelsi, ma gli Hap e Leonard, uno o due momenti memorabili li regala(va)no sempre.
E questo?
No. Questo no.
La scrittura è quella, okay, le solite similitudini ardite, le solite parolacce... Mi va bene, è ciò che mi aspetto.
I personaggi... Beh, no. Non ci siamo proprio.
Nessuno incide. H & L li conosciamo. Brett anche. E loro si confermano.
Ma Marvin è un comprimario che non punge. La ghenga di delinquenti scapestrati che H & L fracassano di botte a inizio libro rimane ben poco in mente. 
Ancora più anonima (eccetto uno) quella di energumeni più agguerriti che H, L insieme a Tonto e Jim bob fanno fuori. E a proposito di far fuori gente, qui ne crepano tanti eh... e sinceramente, io direi troppi. Troppi cadaveri per una vicenda che alla fin fine, si chiude in sordina, senza cambiare la vita quasi a nessuno.
Ingiustificati tutti quelli uccisi all'inizio (alcuni a sangue freddo)
Giustificati quelli a metà, ma non mi è piaciuta la scelta dei pochi danni causati ai nostri eroi.
Vada anche per i cadaveri della sparatoria finale, con il killer farà qualcosa di inaspettato, che però entrano in un contesto quasi cartoonesco, con i nostri eroi che non vengono quasi mai colpiti dalle pallottole.
Insomma... a mio avviso la trama è giocata maluccio.
E maluccio sono gestite certe scelte.
Vanilla ride, per esempio. Il supermegakiller che è un supermegafigo professionista. Ma vi pare che io mi possa affessionare a un personaggio che compare a 50 pagine dalla fine e agisce sì e no per una 30ina di pagine? No, no, la risposta è no.
Poi che dire, se mi chiedete se il libro mi è piaciuto non vi rispondo che era un brutto libro, perché è comunque una caciara di botte e sparatorie che si lascia leggere volentieri. Ma non vi posso dire nemmeno che non vi siano difetti. Libri come "Il lato oscuro dell'anima" o "Il valzer dell'orrore" sono migliori, in fatto di trama, ritmo e costruzione dei personaggi. C'è una crescendo, delle sottotrame valide, dei caratteri forti anche tra i cattivi... qui niente. L'unico personaggio che riesce a emergere, e solo con flashback che lui stesso regala e che sa tanto di spiegone/costola, per quanto sia una bella storia, è Tonto. Per il resto tutti i cattivi, siano dell'FBI siano della Dixie Mafia (che sembra una mafia delle patatine al gusto formaggio) , rimangono sullo sfondo; attivi ma poco costruiti, poco incisivi.
Quindi, concludendo:
-siete lansdaliani e avete letto tutto di lui? Okay, leggete anche questo, ma non fatevi fretta, aspettatelo in edizione economica o scroccatelo.
-non siete lansdaliani e non l'avete mai letto? NON cominciate da questo. Per niente. Non ha senso.
-siete di quelli che hanno letto qualche lansdale e vi è piaciuto e ne leggereste altri? magari proprio di questi due Hap e Leonard di cui spesso avete sentito parlare? Beh, allora non questo. Questo lo leggete dopo. Pigliatevi quelli Einaudi, come Rumble Tumble o Bad Chili. Poi casomai tornate passate agli altri.
E' tutto.
Ciao ciccipucci.
Buon fine settimana a tutti!

8 commenti:

  1. Ecco allora tu che invece sei un ladsn... un lasndel... un landasse... insomma un fan, con cosa cominceresti? Perché io di Landcoso ho letto alcuni libri sparsi però uno solo di H&L.
    Da dove si comincia?

    RispondiElimina
  2. Dai primi due drive-in, lasciando poi perdere il terzo, Il lato oscuro dell'anima e Tramonto e polvere.

    E ovviamente Bad Chili e Il mambo degli orsi.

    Comunque, bene o male concordo con la recensione: l'ultimo H & P si legge benissimo ma la trama è giusto un pretesto, ma proprio piccolo, per un'orgia di botte e parolacce.

    RispondiElimina
  3. concordo col corà

    se poi vuoi un lansdale breve diretto e che mescola tutto ciò che lui sa fare
    io dico
    l'anno dell'uragano
    senza dubbio

    invece per la sua vena di romanzo di formazione
    la sottile linea scura e in fondo alla palude

    comunque concordo col corà per il lato horror e botte/parolacce

    RispondiElimina
  4. Allora facciamo prima se vi dico cosa ho già letto ;-)

    Drive in 1,2,3
    In fondo alla palude
    La morte ci sfida
    Una stagione selvaggia
    Freddo nell'anima
    In un tempo freddo e oscuro

    Se non ricordo male solo il 4° è di H&L e mi piacerebbe "conoscerli meglio" e se c'è correlazione tra i romanzi (tipo quelli della Vargas ad esempio).
    Dai che vi sfrutto un po' e fate la figura di quelli che sanno!

    RispondiElimina
  5. giusto per fare la figura, non hai letto il 4° di H & L (e ricorda che si legge Lionard) ma il primo, il che è bene, dal punto di vista cronologico, un po' meno da quello della qualità, perché in effetti sia il mambo degli orsi, bad chili e rumble tumble gli sono superiori (in ordine cronologico).

    In ogni caso, direi che potresti andare in serie cronologica e leggerti Mucho mojo, che è comunque bello e ti regala l'immagina completa di hap e leonard come saranno negli altri libri della serie.

    Penso che Silente concorderà, anche perché avresti la fortuna di leggerli in serie cronologica il che è una figata e noi ti invidieremmo parecchio.

    RispondiElimina
  6. Ovviamente nel tuo essere gelo hai letto 4° per la serie e non 4° come 4° titolo del mio elenco come intendevo io per poterti takkineggiare (pavoneggiare era troppo).
    Comunque grazie per i consigli, prossimo giro in libreria mi rifornisco!

    RispondiElimina
  7. ahahah
    già
    è che quando scrivi tu leggo le prime dieci parole
    poi mi stufo
    e lascio andare l'intuito
    la risposta di solito va bene lo stesso
    come in questo caso

    ah
    comunque io i libri della vargar li leggo alla cazzo e per ora mi piacciono lo stesso :)

    RispondiElimina
  8. Vai con Mucho Mojo, che ha una storia semplice semplice ma grandi personaggi. Da lì in poi i romanzi di H & P sono mediamente buoni. E sì, sono tutti collegati, non per trame ma per personaggi, ché c'è sempre quello che ritorna ogni tanto e quest'altro che riappare e quell'altro ancora che diventa comprimario ecc. :)

    RispondiElimina